Top news

Ti regalerei una stella libro

Ci sono persone che perdono la famiglia, i figli, la casa le cose più preziose della vita eppure scelgono ogni giorno di illudersi allinterno della propria droga: il gioco.Sii felice a diciottanni, serio a venticinque anni, saggio a trenta e tu sarai ricco a quarantanni.(William Blake) Diciotto anni.Le


Read more

Regal academy vestito carnevale

; Note d'analyse no 318 du CAS ; janvier 2013 Thierry Vallat, «Une micropuce implantée sous la peau des salariés: est-ce bien légal (fr)?», sur La Grande Bibliothèque du Droit, juillet 2017 (consulté le 13 décembre 2017) «Une micropuce implantée sous la peau des salariés : est-ce bien.Dans


Read more

Codice sconto spampinato

I commenti non devono necessariamente rispettare la visione editoriale de Il Sole 24 ORE ma la redazione si riserva il diritto di non pubblicare interventi che per stile, linguaggio e toni possano essere considerati non idonei allo spirito della discussione, contrari al buon gusto.Inoltre sempre la casa editrice


Read more

Fattura con premio di fine anno al cliente registrazione





5006/2007 in commento, ai fini della variazione in diminuzione dellIVA, è necessario, oltre allo sconto, che la riduzione del corrispettivo al cliente sia il frutto di un accordo (sia esso documentale, verbale e financo successivo non operando la norma distinzioni di sorta).
La soluzione interlocutoria del Governo prevede un doppio regime fino al 31 dicembre in cui scheda carburante e fattura elettronica convivrebbero luna accanto allaltra.Era nellaria da qualche tempo, ma ora, anche dopo lo sciopero dei distributori di carburante indetto per il prossimo 26 giugno, è ufficiale.Non bisogna confondere gli sconti o premi contrattuali con invece i servizi promozionali sempre legati alla vendita perché allora ci troviamo di fronte a un fenomeno completamente diverso ai fini della fatturazione del servizio, il corrispettivo pattuito per il servizio costituisce a tutti gli effetti.Il premio di fine anno è (invece, ndr ) un contributo autonomo riconosciuto indistintamente a fine esercizio al cliente al raggiungimento di un determinato fatturato o comunque per incentivarlo a futuri acquisti.Negli anni, sentenze di Cassazione, Risoluzioni dellAgenzia delle Entrate e Circolari Ministeriali si sono occupate delle modalità di fatturazione dei premi e sconti, ma evidentemente a tuttoggi ancora questa pratica commerciale di fatturazione di premi e sconti porta incertezza.120, ha invece ribadito che lerogazione dei bonus quantitativi di fine anno, essendo subordinati al raggiungimento di un predeterminato volume di vendite, è assimilabile al pagamento di una remunerazione specifica e ulteriore rispetto a quella ordinaria; dette somme si configurano quali incentivi corrisposti in vista.Tali bonus, pertanto, sono da assoggettare al medesimo trattamento riservato agli abbuoni o sconti previsti contrattualmente.Il criterio distintivo tra luna e laltra categoria deve essere, pertanto, ricercata altrove.Del resto, a meno di tre settimane dalle scadenze di legge, i ritardi e le incoerenze sulla certezza delle modalità operative e sui supporti tecnologici che lAmministrazione si era impegnata a mettere a disposizione sono tali che la rete distributiva rischia la paralisi, anche.Sono questi i sistemi che permetteranno al fornitore, al momento della predisposizione della fattura, di acquisire in automatico i dati del cliente, incluso lindirizzo prescelto.633/72, con conseguente esclusione dellagevolazione prevista dallart.In altre parole, occorrerà verificare se il ristorno è collegato alle cessioni o prestazioni effettuate durante lanno (ed in questo caso, il bonus costituirebbe sconto) ovvero, al contrario, se il bonus è unautonoma liberalità del fornitore divincolata dalle operazioni commerciali intrattenute con la società fruitrice.5006/2007 entrambe le categorie sono ontologicamente orientate ad incentivare il cliente a futuri acquisti, la definizione fornita sembrerebbe, prima facie, individuare la fattispecie di premi di fine anno in tutte quelle ipotesi in cui il contributo venga riconosciuto a fine esercizio al cliente al raggiungimento.Le operazioni che possono essere definite sconti /premi/ abbuoni: sconti o premi incondizionati, quindi concessi al proprio cliente indipendentemente dal raggiungimento di uno specifico obiettivo; sconti o premi concessi invece al raggiungimento di un target di volumi di vendita; sconti o remi di fine anno.Ciò premesso, sono evidenti le difficoltà che possono sorgere da unindagine in questo senso, non rinvenendosi sul piano sostanziale particolari elementi differenzianti tra luna e laltra categoria.633/72, posto che lanalisi circa la riconducibilità alluna o allaltra categoria non può che essere ricondotta su un piano puramente documentale, dato che sia gli sconti che i premi di fine anno, si traducono in una corrispondente riduzione dei prezzi originariamente praticati.LAgenzia ha precisato, in una nota del 7 giugno, che gli esercenti di unattività di trasporto per ottenere il rimborso delle accise dovranno richiedere il rilascio della e-fattura, alla cui emissione i gestori di impianti di distribuzione carburanti sono obbligati, con la targa del veicolo.il quale sarà tenuto alla fatturazione delle somme ricevute ai sensi dellart.Le considerazioni innanzi esposte suggeriscono pertanto agli operatori commerciali di predisporre accordi documentali, volti a provare la natura dei bonus applicati, al fine di determinare lapplicabilità o meno dellagevolazione prevista dallart.Alle sole ipotesi di bonus quantitativi, tale ultima categoria è stata oggetto di unulteriore restrizione da parte della giurisprudenza.Nel corso del 2006 viene predisposto un bilancio straordinario.
voucher 200


Sitemap